Liceo del Made in Italy - Avvertenze

L'Ufficio Scolastico Regionale e la Regione Puglia hanno concesso a 9 scuole pugliesi, fra cui il Liceo di Cisternino, il nuovo

Liceo Made in Italy,

inserito a pieno titolo nel sistema nazionale dei Licei.

Presentazione del nuovo
Liceo del Made in Italy

Il quadro orario del biennio è così costituito:

* con Informatica 
** Biologia, Chimica, Scienze della Terra 
DISCIPLINE 1° biennio
1° anno 2° anno
Lingua e Letteratura Italiana 4 4
Lingua e cultura Straniera 1 - Inglese 3 3
Lingua e cultura Straniera 2 - Spagnolo 2 2
Storia e Geografia 3 3
Diritto 3 3
Economia politica 3 3
Matematica* 3 3
Scienze naturali** 2 2
Storia dell'arte 1 1
Scienze motorie e sportive 2 2
Religione cattolica o Attività alternative 1 1
TOTALE DELLE ORE SETTIMANALI 27 27

Fra circa tre mesi verranno resi noti i quadri orario (e le discipline) di terzo, quarto e quinto anno, che prevederanno l'acquisizione di specifiche competenze, abilità e conoscenze riguardanti:

  • princìpi e strumenti per la gestione d'impresa;
  • tecniche e strategie di mercato per le imprese del made in Italy;
  • strumenti per il supporto e lo sviluppo dei processi produttivi e organizzativi delle imprese del made in Italy;
  • strumenti di sostegno all'internalizzazione delle imprese dei settori del made in Italy e delle relative filiere.

Obiettivi:

  1. prevedere l'acquisizione, da parte degli studenti, di conoscenze, abilità e competenze approfondite nelle scienze economiche e giuridiche, all'interno di un quadro culturale che, riservando attenzione anche alle scienze matematiche, fisiche e naturali, consenta di cogliere le intersezioni tra le discipline;
  2. sviluppare negli studenti, sulla base della conoscenza dei significati, dei metodi e delle categorie interpretative giuridiche, competenze imprenditoriali idonee alla promozione e alla valorizzazione degli specifici settori produttivi del made in Italy;
  3. promuovere l'acquisizione, da parte degli studenti, degli strumenti necessari per la ricerca e per l'analisi degli scenari storico-geografici e artistico-culturali nonché della dimensione storica e dello sviluppo industriale ed economico dei settori produttivi del made in Italy;
  4. prevedere l'acquisizione, da parte degli studenti, di strutture e competenze comunicative in due lingue straniere moderne, corrispondenti allivello B2 del quadro comune europeo di riferimento, per la prima lingua, e al livello B l del quadro comune europeo di riferimento, per la seconda lingua;
  5. prevedere misure di supporto allo sviluppo dei processi di internazionalizzazione anche attraverso il potenziamento dell' apprendimento integrato dei contenuti delle attività formative programmate in una lingua straniera veicolare, senza oneri aggiuntivi a carico della finanza pubblica e ferma restando la possibilità di ricevere finanziamenti da soggetti pubblici e privati;
  6. prevedere il rafforzamento dei percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento attraverso la connessione con i percorsi formativi degli ITS Academy e con il tessuto socio-economico produttivo di riferimento, favorendo la laboratorialità, l'innovazione e l'apporto formativo delle imprese e degli enti del territorio;
  7. prevedere l'acquisizione e l'approfondimento, con progressiva specializzazione, delle competenze, delle abilità e delle conoscenze connesse ai settori produttivi del made in Italy, anche in funzione di un qualificato inserimento nel mondo del lavoro e delle professioni, attraverso il potenziamento dei percorsi di apprendistato ai sensi dell'articolo 43 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81;
  8. prevedere l'acquisizione, nell' ambito dell' opzione «made in Italy», di specifiche competenze, abilità e conoscenze riguardanti:
    1. princìpi e strumenti per la gestione d'impresa;
    2. tecniche e strategie di mercato per le imprese del made in Italy;
    3. strumenti per il supporto e lo sviluppo dei processi produttivi e organizzativi delle imprese del made in Italy;
    4. strumenti di sostegno all'internalizzazione delle imprese dei settori del made in Italy e delle relative filiere.

AVVERTENZA

Per l'a.s. 2024/2025, solo le scuole che hanno al loro interno il Liceo Economico Sociale (LES) possono attivare classi di Liceo del Made in Italy (MiI), purché il numero totale di classi dei due licei non superi quello attuale del LES.

Il Liceo di Cisternino ha considerato opportuno non negare, al proprio vasto bacino di utenza, questa nuova opportunità formativa e, pertanto, gli organi collegiali hanno deliberato, sia pure a malincuore per il temporaneo sacrificio di una classe dell'efficace, funzionale e collaudato LES, di attivare, per il prossimo anno scolastico, una classe di Liceo del Made in Italy ed una classe del Liceo Economico-Sociale.

La possibilità di iscriversi verrà attivata direttamente dal Ministero, sulla piattaforma dedicata alle iscrizioni scolastiche,

a partire dal 23 gennaio.

Visto il vincolo numerico di classi, si suggerisce agli interessati di iscriversi ed entrambi gli indirizzi (LES e Made in Italy, indicando priorità 1 a quello preferito e 2 all'altro).

Gli iscritti in esubero verranno invitati ad inserirsi nella classe avente capienza. In caso di esubero per entrambi gli indirizzi, il Liceo sarà costretto, suo malgrado, ad accettare solo il numero massimo di iscrizioni, pari a 26 iscritti per ciascuna classe.

I criteri di precedenza per l'accettazione delle domande di iscrizione sono stati approvati con delibera del Consiglio di Istituto n. 2 del 17/12/2018 e valgono per tutti gli indirizzi di studio. Verranno utilizzati sia per il caso LES/MiI, sia in tutti i casi in cui, o per mancata assegnazione del numero sufficiente di classi da parte dell'Ufficio Scolastico Provinciale, o per insufficienza di aule disponibili, si dovesse verificare eccessivo affollamento nelle aule (capienza massima 26 studenti).

Questi i criteri di precedenza:

  1. alunni diversamente abili;
  2. fratelli e sorelle frequentanti l'istituto;
  3. residenza dell'alunno correlata al bacino di utenza legata all'indirizzo di studio richiesto;
  4. particolari impegni di lavoro e/o esigenze di salute dei genitori;
  5. sorteggio estrema ratio a parità di ogni altro criterio.
Allegati

Estratto L 206 Made in Italy.pdf